I miei primi mesi con l’iPad

ipadDa giugno 2016 ho l’iPad. Il mio non è stato un acquisto compulsivo da geek innamorato di Apple, a qualsiasi costo. Ho avuto infatti la fortuna di utilizzare un iPad acquistato negli USA per qualche settimana prima che uscisse in Italia . Questo periodo di convivenza, prima di decidere di sposare l’idea dell’acquisto, mi ha fatto capire che avevo per le mani un oggetto speciale che aveva le potenzialità di modificare – tutto sommato in meglio – alcune delle mie abitudini.

Ecco una lista di aspetti per cui vale la pena avere un iPad:
– può rimpiazzare per molti usi un notebook e pesa solo 730 g;
– ha uno schermo di 10 pollici, forse un po’ troppo luminoso, ma molto usabile e preciso nei comandi touch;
– resta sempre in stand-by, come telefonino, ed è pronto a ripartire in un attimo senza le attese snervanti dell’avvio di un computer. Si ha davvero la sensazione di essere sempre connessi;
– ha una batteria che dura tantissimo, circa 10 ore di utilizzo;
– è multitasking;
– l’interfaccia touch consente una user experience davvero unica;
– è un ottimo supporto per i giochi, che hanno una versione iPad, ma anche per quelli originali che ne sfruttano tutte le funzionalità come ad es. il simpatico DoodleJump;

Continua a leggere

Il giorno in cui tornammo ad essere democristiani (o guelfi)

democristianiNei prossimi giorni interverrò ed interverremo sulle tante novità di prospettiva aperte dal governo Monti. Per il momento voglio però soffermare l’attenzione su un aspetto che emerge con plastica forza dalla giornata di ieri, ovvero il ritorno dei cattolici in politica dopo il “congelamento” della Seconda Repubblica. Metto insieme un po’ di elementi in ordine sparso, e chiarisco subito che quella che voglio analizzare è una tendenza ancora non pienamente dispiegata, e ancora tutta da decifrare nella sua interezza. Ma largo coi frammenti.

La scuola di formazione sulla Prima Repubblica che la giovanile del PD organizzò a Bologna due anni fa, guest-star Paolo Cirino Pomicino. Lo stesso Cirino Pomicino risorto a nuova gloria nel “mercato delle vacche” andato in scena nelle scorse settimane in Parlamento, in qualità di “felice distruttore” della Seconda Repubblica.

Il pezzo sull’incontenibile gioia di essere democristiani scritto da Alessandro Aresu sempre due anni fa.

La lunga analisi su CL e l’Italia dopo Berlusconi scritta sempre da Alessandro Aresu qualche mese fa.

Il consiglio che quest’estate mi ha dato un amico nonché acuto analista delle vicende politiche italiane, Gianluca Giansante. Se vuoi davvero capire la politica italiana in tutte le sue sfumature ascolta ogni mattina la rassegna stampa di Radio Maria. Aveva ragione, è un esercizio molto istruttivo, benché poco virale, perché Radio Maria non è esattamente lo Zoo di 105.

Il libro di Roberto Cartocci sulla geografia del cattolicesimo nell’Italia contemporanea, uscito in estate.

Continua a leggere

Iridologia. Gli occhi sono lo specchio dell’anima e anche dell’organismo.

irideSecondo l’iridologia, l’affascinante tecnica nata per studiare le relazioni tra l’iride e il resto dell’organismo, gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Una visita dall’iridologo ha un qualcosa di magico e la maggior parte dei clienti rimane sconcertata dalle diagnosi precise, nonché dalla rivelazione di preziose informazioni di cui nemmeno la persona stessa era a conoscenza. Lo sguardo esperto dell’iridologo scorge, nei meandri della nostra iride, i punti deboli, quelli di forza della costituzione, l’eredità trasmessa dai genitori e addirittura le alterazioni energetiche in atto in grado di provocare futuri disturbi psicofisici.

I pigmenti che si sovrappongono alla trama dell’iride e che possono essere visti con l’aiuto di una lente sono il marrone e l’azzurro. L’iride misto, chiamato anche “verde” è solitamente caratterizzato da una parte azzurra con sovra-colorazioni marrone, oro e anche rosso mattone nella parte più vicina alla pupilla; esistono poi altre sfumature riconducibili alle categorie primarie. Al colore di base dell’iride possono sovrapporsi alcune colorazioni, ognuna con un proprio significato.

I colori dell’iride

Un’iride “macchiata” di marrone denota l’esistenza di tossine che creano sofferenza per il fegato. Il marrone scuro è sintomo di difficoltà a eliminare la bile e le sostanze tossiche che il fegato ha reso inattive; quando la sovra-pigmentazione è di colore marrone molto scuro o addirittura nero, il sovraccarico indica una sofferenza nel sistema respiratorio, per esempio a causa del fumo. Il marroncino sottolinea difficoltà a eliminare l’acido ossalico.

Una colorazione giallastra è collegata a scarti metabolici (per esempio acidi urici) che non riescono a essere smaltiti, mentre un pigmento giallo-arancio può indicare la presenza di acido piruvico non eliminato.

Eventuali problemi legati all’apparato genitale sono evidenziati dall’arancio: possono riguardare disturbi del ciclo mestruale nella donna oppure alterazioni della produzione di spermatozoi nell’uomo.

Continua a leggere

Un regalo per stupirlo

Regalo al vostro luiSe volete uscire dalle convenzioni e stupire il vostro lui, potete stravolgere le abitudini legate a regali di Compleanno, Natale, anniversario e San Valentino e puntare su una sorpresa inaspettata e originale in tutto e per tutto! Non solo svincolandovi dalle feste comandate, ma scegliendo un regalo diverso dal solito, un cadeau esperienziale! Per motivi pratici ed economici, siamo portati a regalare oggetti utili per l’altra persona e troppo spesso tendiamo a concentrarci sugli aspetti materiali. Pensiamo ad un qualcosa che duri nel tempo, tralasciamo gli aspetti emozionali, quelli più importanti, quelli che ci fanno vivere la nostra vita in modo intenso, quelli che fanno crescere la nostra persona, quelli che rimangono davvero nel tempo.

Un regalo esperienziale è adatto a tutti?

Le idee da prendere in considerazione sono davvero tante, molti i siti da cui trarre spunto per scegliere il regalo ideale.

Avventuriero, pantofolaio, amante degli animali, sportivo e raffinato o coccolone: per ognuno di loro esiste un regalo esperienziale ad hoc!

Avventuriero o forse Pantofolaio

L’idea di un‘ avventura avvolta in carta da regalo non è rivolta solo ai partner che amano il rischio, potrebbe anzi diventare un’ occasione per trasformare la visione di un documentario in tv in un’esperienza vera e propria! Adrenalina missing? Corso di arrampicata, rock running, volo in parapendio biposto, corso di paracadutismo, volo con idrovolante, un giorno da soldati, tarzaning,  canyoning

Amante degli animali

Se il regalo di un cagnolino è un po’ impegnativo, possiamo comunque nutrire il suo amore per gli animali regalandogli un’esperienza indimenticabile in compagnia dei suoi amici! Passeggiata a cavallo, lama trekking, dog trekking, falconeria, sleddog
Continua a leggere

Consigli per le tesi

consigli per le tesiLa fine degli esami si avvicina? Non esultate troppo… è arrivato il momento di scrivere la famigerata e tanto temuta Tesi di Laurea.

Non abbiate paura perché ci abbiamo pensato noi a facilitarvi un po’ il compito, proponendovi dei piccoli suggerimenti, quindi niente PANICO!

I dubbi che attanagliano la mente sono tanti come tante sono anche le paure… sicuramente inizierete a chiedervi:

  1. Quale materia?
  2. Quale docente risulta essere più disponibile?
  3. A quale argomento sono più interessato?
  4. Per quale sarà più facile trovare fonti per l’approfondimento?

AVETE TUTTA LA NOSTRA COMPRENSIONE, NON ABBIATE TIMORE!!! Ecco a voi i primi consigli:

  • Scegliete un elenco di materie che vi hanno particolarmente interessato nel corso degli studi, o a cui pensate di avere una maggiore propensione anche lavorativa (guardate anche l’esame che vi è andato meglio!);
  • Individuata la materia, selezionate quali argomenti vorreste approfondire, considerando quelli che vi stimolano maggiormente e vi incoraggiano nella ricerca;
  • Non esitate a proporre un argomento ai professori, spesso ne sono ben felici;

Una volta scelto l’argomento è opportuno porsi degli obiettivi da raggiungere, come dimostrare o controbattere una tesi scientifica.
Altro passo di fondamentale importanza è quello di organizzare la ricerca del materiale per approfondire l’argomento.
A disposizione al giorno d’oggi abbiamo tantissimi strumenti di ricerca come internet, riviste, materiale multimediale e le sempre romantiche biblioteche.
Continua a leggere

Trattorini tagliaerba Al-Ko, realizzati per voi dall’azienda austriaca leader nel giardinaggio!

trattorino tagliaerba al-koNon sono in molti ad avere un’ampia conoscenza sul mondo dei tagliaerba e dei trattorini tagliaerba, e così capita piuttosto frequentemente che il marchio austriaco Al-Ko passi quasi sempre nel dimenticatoio.

In realtà, gli addetti ai lavori tengono in grande considerazione questa azienda austriaca, dal momento che è una di quelle leader in questo specifico settore. Per capire come il marchio sia notevolmente diffuso e di tutto rispetto, è sufficiente fare due passi fino ad un negozio specializzato in articoli per il giardinaggio e sicuramente vi imbatterete in svariati prodotti targati Al-Ko.

Ecco spiegata la ragione per cui, quando si deve scegliere quale modello di trattorino tagliaerba acquistare, non è mai una cattiva scelta affidarsi ad un attrezzo realizzato da questa marca austriaca.

Infatti, in confronto a tante altre aziende minori, i prodotti della Al-Ko sono senz’altro migliori a parità di prezzo, anche solo per una questione di esperienza aziendale nel settore: infatti, questo colosso non si dedica solamente alla creazione di tagliaerba e trattorini, ma mette a disposizione di tutti gli amanti del giardinaggio e dei professionisti ovviamente, una vasto ventaglio di prodotti che spesso coincide con strumenti utili per il fai-da-te.

Senza ombra di dubbio, tutti gli scettici potrebbero essere facilmente convinti dando un rapido sguardo ai prodotti di questa azienda presenti in rete, usando ad esempio siti di recensione tipo questo: https://tagliaerbaelettrico.it/trattorino-tagliaerba/, in maniera tale da poter conoscere ancora meglio i vari prodotti che offre e anche le garanzie su cui si può contare quando si acquistano degli attrezzi di tale marchio.

Questo sito è molto semplice da usare e consente anche di trovare con grande praticità il trattorino oppure il rasaerba perfetto per le proprie esigenze, ma anche per il proprio livello di esperienza, dal momento che ci sono trattorini adeguati ai novelli giardinieri e tanti altri modelli più adatti ai professionisti o a chi comunque lavora in questo campo da tanti anni.

Al-Ko propone una gamma di prodotti per il giardino a differenti fasce di prezzo, in modo tale da andare incontro alle varie necessità della clientela anche dal punto di vista economico e senz’altro non troverete dei prezzi eccessivi, dal momento che il marchio austriaco è uno di quelli con il miglior rapporto qualità/costo dei tagliaerba.