Iridologia. Gli occhi sono lo specchio dell’anima e anche dell’organismo.

irideSecondo l’iridologia, l’affascinante tecnica nata per studiare le relazioni tra l’iride e il resto dell’organismo, gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Una visita dall’iridologo ha un qualcosa di magico e la maggior parte dei clienti rimane sconcertata dalle diagnosi precise, nonché dalla rivelazione di preziose informazioni di cui nemmeno la persona stessa era a conoscenza. Lo sguardo esperto dell’iridologo scorge, nei meandri della nostra iride, i punti deboli, quelli di forza della costituzione, l’eredità trasmessa dai genitori e addirittura le alterazioni energetiche in atto in grado di provocare futuri disturbi psicofisici.

I pigmenti che si sovrappongono alla trama dell’iride e che possono essere visti con l’aiuto di una lente sono il marrone e l’azzurro. L’iride misto, chiamato anche “verde” è solitamente caratterizzato da una parte azzurra con sovra-colorazioni marrone, oro e anche rosso mattone nella parte più vicina alla pupilla; esistono poi altre sfumature riconducibili alle categorie primarie. Al colore di base dell’iride possono sovrapporsi alcune colorazioni, ognuna con un proprio significato.

I colori dell’iride

Un’iride “macchiata” di marrone denota l’esistenza di tossine che creano sofferenza per il fegato. Il marrone scuro è sintomo di difficoltà a eliminare la bile e le sostanze tossiche che il fegato ha reso inattive; quando la sovra-pigmentazione è di colore marrone molto scuro o addirittura nero, il sovraccarico indica una sofferenza nel sistema respiratorio, per esempio a causa del fumo. Il marroncino sottolinea difficoltà a eliminare l’acido ossalico.

Una colorazione giallastra è collegata a scarti metabolici (per esempio acidi urici) che non riescono a essere smaltiti, mentre un pigmento giallo-arancio può indicare la presenza di acido piruvico non eliminato.

Eventuali problemi legati all’apparato genitale sono evidenziati dall’arancio: possono riguardare disturbi del ciclo mestruale nella donna oppure alterazioni della produzione di spermatozoi nell’uomo.

Continua a leggere