Iridologia. Gli occhi sono lo specchio dell’anima e anche dell’organismo.

irideSecondo l’iridologia, l’affascinante tecnica nata per studiare le relazioni tra l’iride e il resto dell’organismo, gli occhi sono lo specchio dell’anima.

Una visita dall’iridologo ha un qualcosa di magico e la maggior parte dei clienti rimane sconcertata dalle diagnosi precise, nonché dalla rivelazione di preziose informazioni di cui nemmeno la persona stessa era a conoscenza. Lo sguardo esperto dell’iridologo scorge, nei meandri della nostra iride, i punti deboli, quelli di forza della costituzione, l’eredità trasmessa dai genitori e addirittura le alterazioni energetiche in atto in grado di provocare futuri disturbi psicofisici.

I pigmenti che si sovrappongono alla trama dell’iride e che possono essere visti con l’aiuto di una lente sono il marrone e l’azzurro. L’iride misto, chiamato anche “verde” è solitamente caratterizzato da una parte azzurra con sovra-colorazioni marrone, oro e anche rosso mattone nella parte più vicina alla pupilla; esistono poi altre sfumature riconducibili alle categorie primarie. Al colore di base dell’iride possono sovrapporsi alcune colorazioni, ognuna con un proprio significato.

I colori dell’iride

Un’iride “macchiata” di marrone denota l’esistenza di tossine che creano sofferenza per il fegato. Il marrone scuro è sintomo di difficoltà a eliminare la bile e le sostanze tossiche che il fegato ha reso inattive; quando la sovra-pigmentazione è di colore marrone molto scuro o addirittura nero, il sovraccarico indica una sofferenza nel sistema respiratorio, per esempio a causa del fumo. Il marroncino sottolinea difficoltà a eliminare l’acido ossalico.

Una colorazione giallastra è collegata a scarti metabolici (per esempio acidi urici) che non riescono a essere smaltiti, mentre un pigmento giallo-arancio può indicare la presenza di acido piruvico non eliminato.

Eventuali problemi legati all’apparato genitale sono evidenziati dall’arancio: possono riguardare disturbi del ciclo mestruale nella donna oppure alterazioni della produzione di spermatozoi nell’uomo.

Il rosso è collegato alla funzionalità di ipotalamo e ipofisi e al funzionamento delle ghiandole endocrine che essi gestiscono. Se la tonalità è particolarmente accesa, la presenza di tossine è legata a problemi di tipo emotivo: potrebbe denotare per esempio un forte stress legato a emozioni represse come rabbia o frustrazione.

La presenza di una sovra-pigmentazione viola è visibile quasi esclusivamente nelle iridi azzurre e ci informa che il sistema immunitario è debole, quindi potrebbero verificarsi allergie o malattie di tipo autoimmune.

Il bianco è solitamente indice di infiammazione ed evidenzia la presenza di scarti metabolici che devono essere drenati. Anche la lettura della forma è importante, se le sovra-pigmentazioni sono simili a fiocchi, si tratterà di acido urico e la localizzazione del sovraccarico indicherà quali organi dovranno essere interessati dal drenaggio.

Il grigio è presente se ci sono zone in cui le capacità fisiologiche di un organo sono diminuite e dove vi è un minor afflusso di sangue, con conseguente deficit di nutrienti e minor possibilità di eliminare le tossine.

La seduta di Iridologia

Nell’ambito della sua passione per il benessere a 360 gradi, Cocoon offre consulenze di iridologia agli appassionati di medicina alternativa. Da quest’esperienza potrebbe trasparire una nota di surrealismo, ma dal punto di vista pratico la seduta presenta le caratteristiche del classico appuntamento in uno studio medico: alla prima parte, diagnostica, segue la fase operativa ed è questo il momento in cui l’iridologo fornisce al cliente una serie di consigli utili per risolvere i problemi evidenziati. I suggerimenti possono riguardare diversi aspetti della nostra quotidianità e generalmente spaziano dall’ambito alimentare, alla cromoterapia, fino alla correzione di alcune nostre abitudini.

Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *