Diventare un Saldatore Subacqueo: come fare

Il Saldatore Subacqueo si occupa di saldare metalli sott’acqua, solitamente effettua questa operazione dopo essersi immerso in acque profonde come possono essere mari oppure oceani, ma anche laghi o fiumi. Questo lavoro, tuttavia, non si limita unicamente alla saldatura sott’acqua: anche ispezionare metalli o ripararli possono essere mansioni integrate nel lavoro di un saldatore subacqueo.

Ovviamente ci si aspetta di entrare a contatto con l’acqua e bagnarsi mentre si portano a termine queste operazioni, tuttavia possono esserci casi in cui si riesce a restare asciutti, come ad esempio se ci si immerge all’interno di un container pressurizzato oppure di una campana subacquea.

La natura di ogni lavoro può variare a seconda del luogo e della profondità in cui effettuare la saldatura, e ciò può portare a lavori di diverso genere. Alcuni di questi lavori possono essere, a titolo unicamente informativo: la creazione, l’ispezione e la riparazione di piattaforme petrolifere, di ponti o di dighe. Ma questi sono solo esempi, ovviamente vanno considerate tutte le infrastrutture che vivono sull’acqua.

Come diventare un Saldatore Subacqueo

Purtroppo non è sufficiente voler diventare un saldatore subacqueo per poter esercitare questa specializzazione. Per intraprendere una carriera in questo campo occorre infatti possedere alcuni prerequisiti che elencheremo a breve.

I prerequisiti da possedere sono due: occorre avere la qualifica sia per le immersioni subacquee che per la saldatura. Una volta ottenute le qualifiche in questi due settori si può partecipare ai corsi specializzati che vengono organizzati dalle regioni. Seguire questi corsi è essenziale, perché un saldatore subacqueo necessita di molte più abilità di un sub normale: conoscenze, capacità, soluzione ai problemi che potrebbero venire a crearsi sono solo alcuni dei parametri in più da possedere rispetto ad un sub tradizionale. Terminati i corsi si diventa ufficialmente un Saldatore Subacqueo, ma come si può immaginare non è un processo semplice e può richiedere diversi anni di impegno. La ricompensa per tutto questo duro lavoro sarà però molto soddisfacente, ma approfondiremo ulteriormente questo discorso più avanti nell’articolo.

Quanto costa?

Quanto costa diventare un Saldatore Subacqueo? Sia in termini di tempo che di denaro costa molto. Tutte le qualifiche di cui abbiamo parlato precedentemente non sono gratuite, ma hanno un costo abbastanza importante. Ma il costo dei corsi non è l’unica spesa che occorrerà considerare.

È difficile fare una stima anche solo grossolana di quanto si andrà a spendere, in quanto i costi possono variare di molto a seconda di dove vi iscriverete. Non siate sorpresi, però, di pagare sia l’insegnamento, che l’iscrizione, che i libri dei corsi, che l’equipaggiamento ed altro ancora.

Un costo abbastanza importante che però resta all’oscuro dei vari studenti finché non arriva il momento della “stangata”, riguarda tutti quei check-up fisici necessari per testare che il fisico sia adatto all’immersione ed allo svolgimento delle attività lavorative sott’acqua: gestione dell’ossigeno, della pressione dell’acqua e dell’illuminazione sono tutti fattori che cambiano da persona a persona ed occorre saperli gestire bene per poter avere una carriera in questo lavoro. Sfortunatamente, come già accennato, questo è un costo abbastanza importante in quanto può portarsi via da solo diverse migliaia di euro.

Ma anche se ci sono dei costi importanti ti consigliamo di non arrenderti unicamente perché forse non ti puoi permettere questi costi: vale la pena esplorare a fondo tutte le opzioni, a seconda delle varie situazioni potrebbero esserci ad attenderti delle borse di studio oppure delle agevolazioni in base al reddito.

Dove si svolge questa professione?

Be’, non occorre un genio per capire che un saldatore subacqueo lavora sott’acqua. Solitamente si lavora in acque profonde (come mari oppure oceani) quindi molti lavori saranno al largo della costa. In più, nel mondo c’è una grande domanda di saldatore subacqueo: ciò significa che qualora lo vorrai, potrai finire a lavorare ovunque nel mondo, il che per alcuni può essere una prospettiva emozionante e stimolante.

Detto questo, c’è una domanda sempre più crescente anche per coloro i quali sono disposti a lavorare sott’acqua di laghi e fiumi, quindi può esserci un futuro anche per tutti coloro che sono più propensi a restare all’interno dei proprio confini.

Quanto si guadagna?

Come abbiamo scritto anche nell’articolo Qual è lo stipendio di un saldatore in Italia?, la forbice di guadagno può essere molto varia ma in media si attesta intorno ai 55.000€ annui.

Va ricordato però che questa cifra è una media, quindi a volte lo stipendio può essere minore mentre altre volte può essere maggiore. I migliori saldatore subaquei possono arrivare a guadagnare anche uno stipendio a sei cifre, quindi esiste una concreta possibilità di arricchirsi con questo lavoro se ci si mette d’impegno. In conclusione, tuttavia, va detto che il fattore che influenza maggiormente lo stipendio è l’esperienza del sub, la profondità dell’acqua in cui ci si deve immergere oltre che la quantità e l’entità dei rischi. Quindi, se ti dedicherai a questo lavoro con impegno e passione, sarà impossibile non veder crescere regolarmente il tuo conto in banca.

Da tenere a mente, infine, che la maggior parte dei lavori subacquei vengono pagati a progetto, quindi non si avrà uno stipendio fisso. Di conseguenza la quantità di lavoro a disposizione, oltre che l’entità delle entrate, potrà essere intermittente. Occorrerà quindi saper gestire bene i propri risparmi per non ritrovarsi in crisi nei momenti dell’anno in cui mancheranno proposte di lavoro.

Rischi e controindicazioni

Scommetto che il primo rischio che vi è passato per la mente è il rischio di rimanere scioccati. In fondo si lavora sott’acqua con una strumentistica elettrica. Certo, può capitare, ma in tutta onestà questo rischio è veramente basso. L’equipaggiamento speciale e l’abbigliamento, oltre che tutto l’allenamento effettuato, faranno in modo da ridurre al minimo ogni possibile rischio di shock elettrico.

Dando per scontati tutti i normali rischi associati nel lavorare a grandi profondità in mari ed oceani (come gli incontri ravvicinati con gli squali), occorre considerare che i divers rischiano di soffrire anche di malattia da decompressione. Ma non è una cosa di cui preoccuparsi troppo, in quanto seguendo i vari corsi vi insegneranno come evitare questo problema.

Ma bisogna sempre considerare che si farebbe in caso di incidente. Se dovessi contrarre qualche malattia oppure aver bisogno urgentemente di cure mediche, inutile dire che la possibilità di ricevere supporto medico sott’acqua sono ridicole oltre che essere molto dispendioso in termini di tempo. Questo può mettere a rischio la vostra vita. Ovviamente, ogni lavoro ha delle procedure da seguire in caso di evenienze di questo tipo, ma queste non eliminano del tutto i rischi. Solo tu puoi decidere se vale la pena correre il rischio.

Infine, una carriera da saldatore subacqueo vi vedrà per molto tempo lontano da casa. Anche se questo non è un rischio, stare lontani dalla propria famiglia è uno svantaggio per molti. A volte per lavori di questo tipo si resta lontani da casa per settimane oppure anche per dei mesi, quindi va sempre considerato l’impatto che può avere questa scelta nella vostra vita.

Per concludere, un Saldatore Subacqueo corre più rischi della media. Ma questo non intacca il fatto che una carriera di questo tipo sia una carriera fantastica, che vi permetterà di godere appieno del vostro hobby per la saldatura mentre provate l’emozione di immergervi in acqua oltre che l’eccitazione di viaggiare per il mondo. La soddisfazione che vi darà questo lavoro è ben maggiore di ogni possibile riscchio correlato!

    Alex Dura

    Nato nell'entroterra Milanese, in una torrida estate di 35 anni fa. Mi cibo di qualsiasi cosa riguardi il fai da te, che risulta essere la mia più grande passione.

    Click Here to Leave a Comment Below

    Leave a Comment: