Fai da te

Come alimentare la caldaia con bombole GPL

bombole-gpl

Cerchi una caldaia a GPL e vuoi sapere come va alimentata? Ecco cosa devi sapere.

Poter prendere il nostro rifornimento di carburante dalla rete del gas naturale è qualcosa che la maggior parte di noi dà per scontato. Tuttavia, se la tua casa è una delle 2 milioni in tutto Italia che non è collegata alla rete, potresti fare affidamento su una caldaia a gasolio, per alimentare il riscaldamento centralizzato e l’acqua calda.

Mentre le caldaie a gasolio hanno indubbiamente i loro vantaggi, quello che potresti non sapere è che le caldaie a GPL sono più economiche da acquistare e producono meno emissioni di carbonio.
Quindi, quando arriva l’inevitabile giorno e devi sostituire la tua caldaia a gasolio, una caldaia a GPL potrebbe essere l’opzione migliore.

 Come funziona una caldaia a GPL e come si alimenta con bombole GPL

Una caldaia a GPL funziona in modo molto simile sia alle caldaie a gas naturale che a quelle a gasolio, cioè la caldaia brucia il combustibile per produrre l’energia necessaria per riscaldare l’acqua dalla rete elettrica. Questa acqua calda può quindi essere utilizzata per riscaldare i termosifoni e alimentare i rubinetti.

La differenza fondamentale tra le caldaie a gas naturale e a gasolio contro le GPL è che il carburante deve essere consegnato e conservato in un serbatoio a casa tua, le famose bombole.
Sapevi che è possibile convertire alcune caldaie a gas naturale in caldaie a GPL?

Per introdurre un impianto di riscaldamento a GPL nella tua casa avrai bisogno di:

  • Impianto di riscaldamento / caldaia a GPL
  • Serbatoio GPL
  • Fornitore di GPL

Ricorda, avrai bisogno anche di un serbatoio di GPL che sarà tenuto nel tuo giardino, sopra o sotto terra a seconda delle tue preferenze. È possibile noleggiare il serbatoio dal proprio fornitore di GPL.

In termini di costi di esercizio, mentre il costo unitario del GPL è più costoso del petrolio, è un combustibile più efficiente, quindi potresti scoprire che le bollette del riscaldamento si riducono effettivamente, soprattutto se stai sostituendo una caldaia meno efficiente con una condensazione di classe A.

Sopra o sotto terra?

Se si opta per un serbatoio fuori terra sarà necessaria anche una base in cemento e una trincea che porta dal serbatoio alla vostra proprietà per le tubazioni. Dovresti anche essere consapevole che ci sono alcune normative su dove puoi installare un serbatoio nel tuo giardino. Ad esempio, è necessario assicurarsi che il veicolo per le consegne abbia un accesso stradale abbastanza buono e che l’autocisterna possa arrivare entro 25 m dalla valvola di ingresso al serbatoio.

Ci dovrebbe essere uno spazio adeguato intorno al serbatoio per fornire un flusso d’aria sufficiente; questo significa che se ci fosse una perdita il vapore del GPL, che è più pesante dell’aria, non può accumularsi.

Una volta che il serbatoio è a posto, dovrai mantenere l’area libera da spazzatura, erbacce ed erba alta. Ad esempio, i serbatoi fino a 2500 litri dovrebbero avere un’area libera di 3 metri e i serbatoi più grandi hanno bisogno di 7,5 metri.

Se si intende schermare il serbatoio dalla vista con un qualche tipo di recinzione, deve essere ad almeno 1 metro di distanza dal serbatoio e solo su un lato. I migliori materiali da utilizzare sono mattoni / pietra, recinzioni in legno non infiammabili o metallo.

Se preferisci tenere il serbatoio fuori dalla vista, puoi installarlo sottoterra in modo che sia visibile solo un coperchio che dà accesso per il rifornimento. Tieni presente, tuttavia, che i serbatoi sotterranei non sono adatti se la tua area è soggetta a inondazioni o se il terreno è ricco di argilla o acqua. I cavi dell’acqua o dell’elettricità non devono passare attraverso l’area.

Pro delle caldaie a GPL

Una volta installata una caldaia a GPL, potrai godere dei numerosi vantaggi che ha da offrire, tra cui:

  • Più conveniente di una caldaia a gasolio

In termini di costo iniziale, una caldaia a GPL è notevolmente più economica da acquistare rispetto a una caldaia a gasolio. Ad esempio è possibile trovare una caldaia a GPL per un minimo di euro 350, mentre una caldaia a gasolio di solito costa 800 euro o più.

  • Emissioni di carburante più pulite

Sebbene il GPL sia ancora un combustibile fossile e quindi non una fonte di energia “pulita”, è “più pulito” del petrolio, cioè produce circa il 15-20% in meno di carbonio, quindi puoi ridurre l’impronta di carbonio della tua casa.

  • Alta efficienza

Le moderne caldaie a condensazione a GPL possono raggiungere rendimenti del 90% o superiori, il che significa che per ogni euro 1 speso per il riscaldamento della casa vengono sprecati solo 10 centesimi.

Le caldaie a GPL di dimensioni più compatte tendono ad essere di dimensioni inferiori rispetto alle caldaie a gasolio e in molti casi hanno una minore rumorosità.

  • Ampia disponibilità

Esiste una scelta molto più ampia di caldaie a GPL rispetto alle caldaie a olio con molti dei leader di mercato come Worcester Bosch, Vaillant, Ideal e Baxi che offrono modelli molto popolari.

Alcuni produttori vendono caldaie a gas naturale con kit di conversione GPL che consentono di trasformarle in versioni GPL.

  • Contro delle caldaie a GPL

È sempre importante tenere conto dei potenziali svantaggi prima dell’installazione, ecco cosa dovresti tenere a mente:

  • Costo del carburante più elevato

Lo svantaggio principale del GPL è il costo continuo. Il prezzo unitario per kWh di energia è superiore sia al gas naturale che al petrolio. Sebbene i prezzi siano leggermente diminuiti negli ultimi due anni, è improbabile che ciò rimanga stabile.

  • Acquisto di un serbatoio

Un impianto GPL richiede un serbatoio di stoccaggio che dovrai acquistare o noleggiare dal tuo fornitore, quindi dovrai tenerne conto come un costo aggiuntivo. Alcune persone potrebbero anche trovare l’idea di mantenere una cisterna in giardino una prospettiva poco attraente, anche se questo può essere affrontato installandolo sottoterra.

Ti potrebbe interessare anche