Salute

È sufficiente Sudare per Dimagrire? Ecco la verità

Una delle convinzioni più diffuse tra le persone è quella relativa alla funzione del sudore nel dimagrimento. Ecco che coloro che si affidano a questa credenza per perdere peso non aspettano altro che l’estate per poter sudare il più possibile, indossano pancere o felpe pesantissime per perdere liquidi e ricorrono alle saune o ai bagni turchi in modo tale da aumentare la sudorazione.

Ve lo diciamo subito in modo chiaro e tondo: non esiste una correlazione diretta tra la sudorazione e il dimagrimento che si mantiene tale nel tempo. Basti pensare al periodo estivo: ciascuno di noi, nei giorni più torridi, suda anche stando fermo sul divano, ma a ciò non corrisponde un effettivo dimagrimento.

Dunque, è bene fare chiarezza su questo argomento in quanto diverse persone potrebbero mettere in atto delle pratiche sbagliate finalizzate al sudare in maniera eccessiva per raggiungere lo scopo finale che dovrebbe essere quello di dimagrire in maniera sana.

Che cos’è il sudore e qual è la sua funzione

Prima di partire con lo sfatare una volta per tutte questo diffuso luogo comune, è bene soffermarsi su che cosa sia il sudore e perché il nostro corpo lo produce.

Beh, il sudore non è altro che una soluzione a base di acqua a cui si aggiungono alcuni elettroliti, ossia dei sali minerali come il sodio, il magnesio, il cloro e il potassio. Esso viene prodotto dalle tantissime ghiandole sudoripare che sono sparse per tutto il corpo (circa 4 milioni), più precisamente nello stato sottocutaneo, e che sono più concentrate in alcune zone piuttosto che altre. Nel momento in cui si suda, per qualunque ragione, una parte di questi liquidi vengono assorbiti di nuovo dal corpo mentre altri, al contrario, fuoriescono e producono il sudore così come noi lo conosciamo.

La sua funzione primaria consiste nel permettere all’organismo di raffreddarsi quando a causa del caldo, di un allenamento intenso o di altri fattori esso tende ad aumentare di temperatura. Grazie a questa reazione del corpo, dove il sudore viene prodotto per poi essere trasformato in gas ed evaporare, gli organi che lo compongono sono al riparo dai danni che un surriscaldamento potrebbe originare.

Generalmente, la temperatura che il corpo cerca di mantenere è uguale a circa 37 gradi.

Come si sarà intuito, sudare portà con sé una serie di benefici evidenti per la salute dato che oltre alla regolazione della temperatura corporea c’è anche il discorso della secrezione di tossine e altre sostanze che potrebbero creare problemi. Tuttavia, ciò che va sottolineato è che una sudorazione eccessiva può creare problemi, sia a livello fisico che sociale, e perciò tale condizione va trattata con tutti i rimedi del caso.

Perché non è vero che fa dimagrire

Se avete letto attentamente le righe precedenti, avrete ben capito che il sudore è composto quasi esclusivamente da acqua. Per questo motivo, quando si suda ci si trova in una condizione di disidratazione dovuta a una perdita di liquidi che deve essere risolta assumendo dell’acqua. E, naturalmente, è vero che questa fuoriuscita di acqua e sali minerali si riflette anche sulla bilancia: basti pensare ai piloti di Formula 1 che dopo una gara di due ore si trovano a perdere anche 2-3 kg. Nonostante ciò, però, sarà sufficiente integrare i liquidi per riprendere quei chilogrammi persi in precedenza dato che durante tale sforzo si è perso acqua e non grasso.

È questo il concetto generale che spiega perché il sudore non è necessariamente sinonimo di dimagrimento. Il sudare in sè e per sè fa perdere acqua, ma non è necessariamente collegato al bruciare le calorie, ossia l’azione fondamentale per poter dimagrire. Si tratta di un dimagrimento “provvisorio” perché svanisce nelle ore successive con l’idratazione che per forza di cose è obbligatoria per ritornare in uno stato di salute ottimale.

Certo, il processo che consente al corpo di ripristinare la temperatura ideale comporta un dispendio calorico e un conseguente dimagrimento, ma stiamo parlando di una perdita di peso davvero minuscola.

La fascia per sudare è utile?

Chiaramente, la risposta a questa domanda è: no! Se, come abbiamo scritto in precedenza, il sudore in sé e per sé non si traduce automaticamente in un dimagrimento vero e proprio, in un handicap calorico giornaliero, le fasce che molte persone indossano per aumentare le goccioline di sudore non hanno alcun beneficio in termini di riduzione del peso.

Non solo non fanno dimagrire, ma possono essere anche dannose. Infatti, nel caso in cui siano realizzati con materiali plastici che non consentono di far evaporare con facilità l’acqua, cioè il sudore, il corpo non riesce a ristabilire la temperatura ideale e si rischiano dei pericolosi colpi di calore.

Meglio, dunque, optare per indumenti che permettano una corretta traspirazione e di allenarsi per una durata idonea in modo tale da dimagrire senza alcuna preoccupazione per la propria salute.

E invece il bagno turco?

In maniera abbastanza analoga, anche il sudore che viene espulso attraverso le saune o il bagno turco non comporta un dimagrimento dell’individuo, ma unicamente una perdita di liquidi che dovrà essere reintegrata con acqua o con altre bevande.

Senza ombra di dubbio, però, fare di tanto in tanto una sauna è un ottimo modo per rilassarsi e godersi un momento per sé stessi. In aggiunta, se accompagnata da una doccia gelata è in grado di tonificare la pelle e di rivitalizzarla, così come fanno vari rimedi naturali per la cute. Attenzione, però, a ottenere prima il permesso dal medico in quanto in presenza di malattie cardiovascolari, il bagno turco non è propriamente consigliato.

Conclusioni

Purtroppo, ancora c’è troppa confusione su come perdere peso, connessa a diversi temi come ad esempio su quali sono i migliori principi attivi per perdere peso, e ciò comporta l’adozione di tecniche sbagliate per dimagrire.

Ti potrebbe interessare anche