Prodotti

Devi cambiare citofono? Ecco qualche valido consiglio per chi deve sostituire il citofono

citofono

In ogni casa, periodicamente, vi sono alcuni lavori di manutenzione che devono essere svolti. Uno di questi è sicuramente il cambio del citofono.

Gli ambiti di intervento sono numerosi e quasi tutti necessitano di competenze specifiche. In questa guida forniamo alcuni consigli per chi ha la necessità di sostituire il citofono.

Scelta del citofono: le categorie

Prima di scegliere il nuovo citofono è necessario sapere che vi sono due tipologie di categorie, a seconda della tecnologia e della tipologia di cablaggio. E’ possibile sostituire il citofono a 5 fili o con 2 fili, in modo pratico, parliamo di sistema a 4 x n e sistema 2 fili. Sicuramente risulta essere più economico sostituire il citofono a 5 fili. Questo sistema si chiama a 5 fili perché è costituito da 5 fili: uno è destinato alla massa, uno all’altoparlante esterno, uno per quello interno e uno per un’ulteriore apertura. Il sistema a due fili invece costa di più, ma sicuramente risulta essere di alta qualità, permette inoltre di collegare anche migliaia di utenze.

Perché sostituire il citofono?

Il citofono è quel dispositivo utilissimo per tutti gli appartamenti. Consente, infatti, di metterci in contatto rapidamente con l’esterno. Nonostante siano dispositivi molto duraturi, alcune volte è necessario sostituirli. Ma perché bisogna sostituire il citofono? Vediamo quali sono le possibili cause:

  • Rottura del citofono

Se il citofono si rompe deve essere cambiato. Tuttavia, è importante valutare se si tratta di una sostituzione a causa dell’usura oppure se la qualità delle comunicazioni non è ottima.

  • Il citofono non garantire un buon livello di sicurezza

In tal caso si cambia quando non si riesce a sentire bene la voce di chi si trova al di la del cancello. Si deve procedere con sostituzione del vecchio citofono.

Quale citofono installare?

Numerosi sono i citofoni disponibili in commercio. Vediamo quali sono le principali tipologie.

  • Citofono e videocitofoni

Il videocitofono permette di restituire le immagini a colori oppure in bianco a nero, e sia orizzontalmente che verticalmente.

  • Citofono con cavo e citofono cordless

La seconda tipologia utilizza una connessione wireless. Si tratta di citofono comodi proprio perché privi di cavi.

  • Citofono analogico e digitale

L’impianto digitale è più semplice da installare. Inoltre è dotato di un display e di un interfaccia touch.

Come scegliere il citofono?

Prima di scegliere il citofono è importante comprendere qual è il budget che si ha a disposizione. Chi ha un budget elevato può sicuramente optare per una tipologia digitale oppure cordless.

Molto spesso si procede anche con la sostituzione del citofono terraneo e installare il nuovo modello dello stesso brand.  Invece, per garantire la massima sicurezza, per le persone anziane si sceglie un videocitofono.

Come sostituire il citofono

Non vi è un unico metodo standard poiché dipende dalla tipologia di citofono.

Quanto costa sostituire un citofono?

I variano dalla tipologia di citofono. Possono variare da una manodopera di €40,00, per i modelli classici, arrivano ad un massimo di €600,00, per i modelli cordless.

Ti potrebbe interessare anche