Prodotti

Purificatori d’aria: sono veramente utili alla nostra salute?

Un purificatore d’aria è un dispositivo utilizzato negli spazi chiusi per rimuovere l’eventuale presenza di agenti inquinanti al fine di depurare l’ambiente, con lo scopo di tutelare la salute di coloro che ci abitano.
Le tipologie più diffuse di depuratori d’aria per la casa sono due: ionizzatori e purificatori. Questi ultimi montano un filtro destinato a rimuovere le particelle inquinanti presenti nell’aria.
I purificatori sono dunque dotati di filtri in grado di arrestare le sostanze inquinanti sospese in aria come le polveri sottili.
In commercio sono disponibili svariati modelli con differenti filtri. I più diffusi sono i filtri HEPA, capaci di filtrare batteri, polveri, pollini e altre sostanze ritenute dannose per l’organismo presenti nell’aria indoor. I suddetti filtri rimuovono le particelle sospese nell’aria, ma non sono in grado di estrarre o diluire gli agenti inquinanti come monossido di carbonio, radon o umidità in eccesso, che in genere porta alla comparsa di muffe e condensa. Esistono poi dispositivi che coniugano la funzione di ionizzatore con la filtrazione del depuratore.
Il funzionamento degli ionizzatori si basa sull’emissione di ioni nell’ambiente, ossia particelle di gas naturalmente presenti nell’aria stessa, caricate positivamente o negativamente.
Gli ioni, si legano con le molecole inquinanti presenti nell’aria come pollini e polveri, che finiscono poi per precipitare depositandosi sulle superfici solide: pavimenti, pareti, mobili.

Perché acquistare un purificatore d’aria?

All’interno degli spazi chiusi l’aria non è così pulita come si potrebbe pensare.
L’organizzazione mondiale della sanità ha posto molta enfasi su questo “impercettibile” ma critico problema, sostenendo che l’inquinamento indoor è superiore rispetto a quello esterno fino a 50 volte, essendo responsabile di svariati problemi connessi alla salute fisica e mentale. Un tema che interessa a tutti noi, dal momento che trascorriamo la maggior parte del nostro tempo in spazi chiusi.
Gli agenti inquinanti presenti in casa o negli ambienti di lavoro sono una combinazione di particelle nocive provenienti dall’esterno: queste penetrano naturalmente all’interno degli spazi chiusi, come gli ossidi di azoto, l’ozono e le polveri sottili. Vi sono poi sostanze tossiche derivanti da fonti indoor come i composti organici volatili tra cui il benzene e la formaldeide, altamente cancerogeni.
L’insieme di materiali, particelle e sostanze sospese in aria derivanti sia dalle attività dell’uomo che da sorgenti naturali danno vita alle polveri sottili. Ciò che incide maggiormente a livello di salute è proprio la dimensione di queste molecole. Più le dimensioni delle particelle sono ridotte più saranno in grado di penetrare all’interno delle vie respiratorie, entrando in circolo nel sangue attraverso gli alveoli polmonari.

Purificatore d’aria: caratteristiche

Al fine di compiere la giusta scelta quando si tratta di acquistare un purificatore d’aria è necessario conoscere alla perfezione il meccanismo del sistema, valutandone le caratteristiche tecniche.
In primo luogo, occorre prendere in analisi l’estensione dell’ambiente da purificare e dunque comprendere se si voglia rendere migliore l’aria di tutta l’abitazione o soltanto di un preciso settore. In questo modo, la scelta ricadrà su un modello di depuratore d’aria appropriato senza rischiare di comprarne uno o poco o troppo potente.
In secondo luogo, sarà bene stimare la capacità effettiva di aspirazione del purificatore d’aria che si intende acquistare. Questa varia a seconda dei modelli disponibili sul mercato. In questo aspetto ci viene in aiuto un sito come purificatorearia.info dove graficamente si può vedere il raggio di azione di ogni depuratore recensito per capire se soddisfa le esigenze della nostra abitazione.

Depuratori d’aria ad ozono.

Il purificatore d’aria ad ozono è in grado di eliminare le particelle presenti nell’aria grazie al rilascio di elevate quantità di ozono.
Nonostante la grande capacità di rendimento, questo depuratore non è in grado di riscuotere un grande successo tra gli utenti, poiché vi sono pareri divergenti su quanto possa essere nocivo o meno per la salute umana.

Depuratori d’aria con ionizzatore.

Questo purificatore, invece, possiede al suo interno uno ionizzatore capace di rimuovere buona parte delle molecole presenti nell’ambiente. Il dispositivo emette un’importante quantità di ioni nell’ambiente che si legano con le particelle inquinanti costringendole a depositarsi tutte in un punto ben preciso.
Il depuratore con ionizzatore non riesce però a eliminare completamente le sostanze nocive, ragion per cui non è in grado di rimuovere nemmeno i relativi odori.

Depuratori d’aria con filtro HEPA.

L’origine di questo sistema risale addirittura alla seconda guerra mondiale, nel corso della quale veniva impiegato per combattere l’emissione di molecole radioattive provenienti dai reattori nucleari.
Particolarmente efficace, il purificatore d’aria con filtro HEPA comporta dei costi di manutenzione considerevoli e ad oggi risulta essere tra i più dispendiosi in commercio. Tutto ciò a causa dei filtri di ricambio, che vanno acquistati con frequenza. Inoltre, esistono delle versioni dotate di lampada LED, in grado di proteggere il filtro dallo sporco, diminuendone la necessità di sostituzione.

Come installarli e in che modo effettuarne la manutenzione

Il purificatore d’aria, che deve operare in tutto l’ambiente, dovrebbe possedere delle dimensioni appropriate, su spazi molto estesi è consigliato il posizionamento di più dispositivi. Diversamente, casomai il raggio di azione del depuratore fosse limitato a una stanza sola, si può provvedere all’acquisto di un apparecchio di dimensioni ridotte.
Una volta installato il purificatore è necessario effettuare regolarmente una manutenzione per consentire un valido funzionamento del filtro e dunque eliminare tutti i residui polverosi dalle lame utilizzando una spazzola morbida e un piccolo panno in microfibra.
I depuratori portatili non necessitano di alcuna installazione particolare, infatti è possibile metterli in funzione fin da subito. La suddetta categoria di purificatori ad oggi risulta quella più acquistata grazie alla sua versatilità.
Infine, coloro che possiedono un purificatore d’aria dovrebbero essere a conoscenza del fatto che i filtri andrebbero sostituiti ogni 3/6 mesi, visto il loro frequente utilizzo, così da garantire un virtuoso funzionamento del sistema.

Purificatori d’aria: progresso tecnologico

Il mercato dei purificatori d’aria ha acquisito sempre più popolarità e credibilità con il passare del tempo, ragion per cui la sua crescita è aumentata in modo esponenziale.
Chiaramente, anche l’avanzare della tecnologia ha inciso sulla realizzazione dei suddetti dispositivi, rendendoli indispensabili, capaci di soddisfare i bisogni più svariati dei propri fruitori.
Infatti, in commercio si possono trovare versioni ultra silenziose, portatili, in grado di assicurare momenti di assoluto relax alle persone presenti nell’abitazione.
Altre tipologie, invece, offrono la possibilità all’utente di collegare il dispositivo allo smartphone. In questo modo il purificatore può essere comandato anche quando non si è fisicamente presenti. Inoltre, sono disponibili purificatori d’aria integrati direttamente con i deumidificatori. Questi ultimi garantiscono alla casa un’ottima areazione e deumidificazione.

I vantaggi per la salute

Possedere un purificatore d’aria nella propria abitazione garantisce al fruitore numerosi vantaggi.
In primis l’utente avrà la certezza di trovarsi all’interno di un ambiente pulito e sanificato, totalmente privo di particelle nocive che potrebbero arrecare notevoli danni alle vie respiratorie.
Un altro vantaggio deriva dal fatto che questi dispositivi sono estremamente versatili, in particolar modo quando si acquista un purificatore d’aria portatile, facilmente trasferibile in tutte le stanze della casa.
Inoltre, il dispositivo si adatta particolarmente bene anche alle attività commerciali, garantendo ambienti completamente sani e purificati, a tutela dei clienti.
Infine, l’accessibilità dei costi, estremamente flessibili, dal momento che sul mercato sono presenti numerose versioni del prodotto, adatte a qualsiasi necessità, quindi per tutte le tasche.
L’insieme di tutti i vantaggi sopra citati è sicuramente un valido motivo per acquistare un purificatore d’aria per la propria abitazione o attività commerciale.

Ti potrebbe interessare anche