Prodotti

È possibile tutelare legalmente un’idea? Vediamo come fare

copyright

Chiunque possieda capitali sufficienti a realizzare concretamente un nuovo prodotto o servizio, dovrà necessariamente trovare la giusta soluzione per proteggere e tutelare legalmente la propria idea.

Si tratta di un passo necessario, che impedisce ad altre persone di sottrarre l’idea all’inventore, utilizzandola per i propri scopi. Tutelare legalmente un’idea significa acquisire una titolarità e una proprietà su di essa, in modo che nessun altro possa utilizzarla senza il consenso dell’inventore.

Una delle soluzioni più diffuse, che permettono di ottenere questa protezione a livello legale, è sicuramente quella di depositare il brevetto. Scopriamo, in generale, quali sono i principali strumenti che ci permettono di tutelare legalmente la nostra idea.

Strumenti per proteggere un’invenzione

Abbiamo già detto che tutelare l’originalità di un’idea o di un prodotto è un passo necessario per proteggere legalmente una determinata invenzione. Ma entrando nel dettaglio, va detto che esistono alcuni strumenti specifici a cui possiamo affidarci per ottenere questa protezione legale. Ad esempio, possiamo ottenere il brevetto dell’idea, la registrazione del marchio, o gli accordi di riservatezza.

Grazie a questi strumenti possiamo ottenere la totale proprietà e titolarità sulla nostra invenzione, decidendo anche di produrla e commercializzarla.

Vediamo che funzioni hanno i seguenti strumenti:

  • Brevetto: si tratta di un titolo giuridico, un titolo di proprietà, che viene conferito all’inventore. Grazie al brevetto, il titolare dell’idea acquisisce un diritto esclusivo sullo sfruttamento di tale idea, evitando che altri possano sfruttare la sua invenzione. Con il brevetto, quindi, il titolare ha peno diritto di produrre, vendere e utilizzare la propria idea, come preferisce.
  • Registrazione del marchio: la registrazione del marchio può aiutarci a tutelare la nostra invenzione, grazie ad una serie di disegni grafici, parole, cifre, forme e colori, che sono subito riconoscibili e distinguono il nostro prodotto da quelli degli altri.
  • Accordi di riservatezza: questa è una soluzione che permette di siglare un’intesa precontrattuale vincolante con una specifica persona o con un’impresa. In questo modo, possiamo condividere dati importanti relativi alla nostra invenzione, senza il rischio che vengano diffusi ad altri. l’accordo di riservatezza, quindi, ha lo scopo di non divulgare informazioni e dati segreti relativi ad una precisa idea.

 Principali garanzie del brevetto

 Abbiamo visto che tra i vari strumenti di tutela per la nostra idea, c’è anche il brevetto. Per poterlo ottenere, è importante che la nostra idea possieda dei requisiti specifici, come ad esempio, la novità, l’originalità e la concretezza.

Una volta ottenuto il brevetto abbiamo delle garanzie di tutela e protezione sulla nostra invenzione. A seconda della tipologia di brevetto, inoltre, possiamo avere una tutela che può durate dai 10 ai 20 anni.  In questo modo, acquisiamo i diritti di sfruttamento dell’idea, impedendo ad altri di copiare il nostro prodotto.

Le garanzie offerte dal brevetto sono relative anche all’esclusività relativa alla produzione e alla vendita della nostra invenzione. Senza il consenso dell’inventore, nonché titolare dell’idea, nessuno può utilizzare il prodotto e commercializzarlo.  Il brevetto, inoltre, ci permette di commercializzare una determinata idea solo nel territorio nazionale dove questa è stata registrata.

Ti potrebbe interessare anche