Utilità

Come pulire con un lavapavimenti a vapore

Un lavapavimenti a vapore ti permette di dire addio a secchio e mocio. Così come a germi e batteri. Uno dei vantaggi fondamentali della pulizia a vapore è proprio quella di garantire igiene e pulito in profondità, senza bisogno di ricorrere a detersivi o prodotti chimici.

Infatti, il solo vapore può rimuovere fino al 99,9% di germi e batteri.

Per questi motivi, una lavapavimenti a vapore è una soluzione pratica ed efficiente per liberare dallo sporco le superfici di casa e in questo articolo ti spieghiamo perché.

Per approfondire l’argomento e trovare consigli sulla pulizia, su https://blog.comac.it/ troverai tanti spunti interessanti scritti da professionisti del settore.

Come funziona un lavapavimenti a vapore?

Le lavapavimenti a vapore non sono quei macchinari enormi e ingombranti che potrebbero venire subito alla mente.

Infatti, questo elettrodomestico è nato come evoluzione naturale della scopa a vapore, per sfruttare il potere pulente del vapore e igienizzare tutte le superfici lavabili della casa. Al contrario della scopa a vapore, che per sua conformazione, è adatta solo alle superfici piane, come i pavimenti e i tappeti.

Come funziona allora una lavapavimenti a vapore?

Ti basterà riempire il serbatoio dell’acqua pulita (di solito ce n’è uno anche per raccogliere l’acqua sporca) con acqua del rubinetto. Una volta fatto, si applica un panno in microfibra sulla spazzola e dopo 10 secondi circa sarai pronto per iniziare a pulire.

Il panno in microfibra, riscaldato dal vapore, rimuove e tratterà anche lo sporco più ostinato. Stiamo parlando di macchie di grasso e unto, oltre a germi e batteri.

Le più maneggevoli sono sicuramente le lavapavimenti senza filo, con spazzola snodata. Questo perché possono essere utilizzate con facilità, senza vincoli di filo e anche in punti difficili da raggiungere. Permettono insomma, di pulire senza detersivi e senza particolare ingombro.

4 consigli utili per pulire con il lavapavimenti a vapore

Ottenere una perfetta pulizia con il lavapavimenti a vapore è molto semplice. Bastano pochissimi accorgimenti per avere sempre risultati impeccabili.

  1. Assicurati di passare prima la polvere dalle superfici o dal pavimento. La polvere infatti, se dovesse entrare in contatto con il vapore del panno, si fisserebbe sulle superfici, rendendo le operazioni di pulizia più difficoltose. Per un risultato ottimale, meglio passare prima l’aspirapolvere o in alternativa un panno catturapolvere, proprio come avresti fatto prima di usare il mocio.
  2. Lava o cambia spesso il panno in microfibra prima dell’utilizzo. Questo ti permetterà di utilizzarlo più a lungo e mantenerlo efficace nel tempo.
  3. Utilizza il lavapavimenti a vapore solo su superfici lavabili. Il lavapavimenti è adatto a tutti i tipi di pavimenti, come gres, marmo e parquet, oltre a tante superfici lavabili di casa come piastrelle, porte e tapparelle. È importante tuttavia non usarlo su superfici non lavabili quali cera, legno non trattato o
  4. Segui sempre le istruzioni del costruttore. È sempre meglio leggere e seguire il libretto delle istruzioni, soprattutto rispettando sempre la quantità d’acqua necessaria e la tipologia di panno indicata.

Queste piccole e semplici accortezze ti permetteranno di avere ottime performance dal lavapavimenti per molto tempo e di rendere più veloci e piacevoli i lavori di manutenzione ordinaria della casa.

Ti potrebbe interessare anche